Back To Top

  • Progetto per la prevenzione contro il bullismo

    Il progetto "Prevenzione del bullismo a scuola con i nostri amici a 4 zampe" e' stato realizzato dall'ASSOCIAZIONE AMICI DEGLI ANIMALI onlus in collaborazione con la cooperativa sociale DIAPASON e la LEGA NAZIONALE DELLA DIFESA DEL CANE sezione Francavilla a Mare, grazie ai Fondi Protocollo Intesa Fondazione bancaria del Volontariato.

  • Sostenieci

    Conto Corrente Bancario Banca UNICREDIT Corso Marruccino Chieti C/C: Associazione "Amici Degli Animali" Onlus Codice IBAN: IT72 M020 0815 5030 00102689057 Casuale: Donazione.

  • Il Nostro Natale

    In molti passano il Natale in una casa riscaldata, in molti passano il Natale con la propria famiglia. Ma non ci chiediamo mai come passano il Natale i nostri amici pelosi? Bhe che dire... i nostri amici passano il natale in un canile, diamogli la possibilità anche a loro di passare un Natale in famiglia, di passarlo in una casa dove c'è amore e calore!

  • No al Maltrattamento

    Ad oggi molti animali vengono maltrattati, denutriti e privi della pulizia nel luogo in cui si trovano. Siamo contrari a tutto ciò. Aiutamoli a stare bene, in fin dei conti a nessuno di noi piacerebbe essere legato e/o privato della propria libertà.

  • Le lunghe passeggiate

    Quanti di noi passano le lunghe giornate a stare in casa attaccati ad un televisore, pc, cellulare? Ma non ci rendiamo conto che ad oggi tutti i social network rovinano i bei momenti. Prendi l'auto, e vieni al canile per passare una giornata costruttiva, divertente. Fai vivere un momento di gioia anche a loro.

 info@canilerifugio.org

Quando si assiste a casi di maltrattamento, di qualsivoglia genere, si puo’ procedere in due modi: presentando un esposto o sporgendo denuncia. Ignorare o pensare, per scrollarsi di dosso la propria responsabilita’, che magari ci pensera’ qualcun altro ad intervenire, significa quasi sempre condannare a morte il povero animale oggetto di maltrattamento. Ed averlo sulla coscienza,per sempre,per chi una coscienza c’e’ l’ha. Esposto e denuncia vanno presentati da chi assiste al maltrattamento: le associazioni animaliste non possono sporgere denuncia su fatti di cui non hanno avuto diretta esperienza, ma possono presentare a loro volta denuncia sulla base di quella gia’ presentata da chi e’ stato diretto testimone della vicenda.

Fonte: Ecopolis Bari


LA LEGGE “IN PILLOLE”  
-Maltrattamento e doping: reclusione da tre mesi ad un anno o multa da 3mila a 15mila euro per chi cagiona una lesione ad un animale, un danno alla salute, o sevizie o comportamenti, fatiche, lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche. Aumento della metà se deriva la morte dell’animale. 
-Elevazione da contravvenzione a delitto: non permette l’estinzione del reato con una semplice oblazione ed allunga la prescrizione a 5 anni (7 e mezzo se prorogata) a fronte degli attuali 2 (3 se prorogata) che non permetteva finora, di fatto, la celebrazione dei processi. 
-Abbandono di animali: arresto fino ad un anno o ammenda da 1.000 a 10mila euro.
-Detenzione incompatibile con natura degli animali e produttiva di grandi sofferenze: arresto fino ad un anno o ammenda da 1.000 a 10mila euro. Si applica anche ai casi previsti dalle leggi speciali. 
-Spettacoli o manifestazioni: con sevizie o strazio, reclusione da quattro mesi a due anni e multa da 3mila a 15mila euro. Aumento di un terzo se vi sono scommesse o se ne deriva la morte dell’animale impiegato.  
-Uccisione per crudeltà: reclusione da tre a diciotto mesi. Si supera la distinzione fra uccisione di animale altrui, considerato “patrimonio”, ed uccisione di animale proprio senza maltrattamento (finora non sanzionata, esempio, in eutanasia da un veterinario) o di animale “di nessuno” (previsione finora limitata a cani e gatti ma senza specifica sanzione).
-Combattimenti fra animali e competizioni non autorizzate: reclusione da uno a tre anni e multa da 50mila a 160mila euro per chi promuove, organizza o li dirige. Aumento di un terzo se presenti minorenni o persone armate o con promozione attraverso video.
-Allevamento, addestramento, fornitura di animali per combattimenti: reclusione da tre mesi a due anni e multa da 5mila a 30mila euro. 
-Effettuazione di scommesse, anche se non presente ai combattimenti o competizioni: reclusione da tre mesi a due anni e multa da 5mila a 30mila euro.
-In caso di condanna o di applicazione della pena su richiesta delle parti: sono sempre disposti la confisca degli animali impiegati sia per i combattimenti che per i maltrattamenti ed affidamento ad associazioni con spese anticipate dallo Stato che potrà rivalersi sul condannato. E’ anche disposta la sospensione da tre mesi a tre anni dell’eventuale attività di trasporto, commercio o allevamento di animali; in caso di recidiva è disposta l’interdizione. 
-Produzione, commercializzazione e importazione pelli di cani o gatti: arresto da tre mesi ad un anno o ammenda da 5mila a 100mila euro, confisca e distruzione del materiale.
-Sperimentazione senza anestesia se non autorizzata: reclusione da tre mesi ad un anno o multa da 3000 a 15mila euro. 
-Per l’applicazione della legge: creazione di un coordinamento interforze fra Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Corpo Forestale dello Stato e Polizie municipali e provinciali. La vigilanza viene ristretta agli animali d’affezione per le guardie particolari giurate delle associazioni. Le entrate derivanti dalle sanzioni saranno destinate dallo Stato alle associazioni affidatarie degli animali sequestrati o confiscati.
-Interessi lesi: le associazioni animaliste riconosciute perseguono finalità di tutela degli interessi lesi dai reati previsti dalla presente legge. 
-Attività formative: possibilità di promozione d’intesa fra Stato e Regioni dell’integrazione dei programmi didattici delle scuole di ogni ordine e grado in materia di etologia e rispetto degli animali. 

la fonte: LAV 2004 – www.infolav.org 


Il testo della nuova Legge è consultabile sul sito:  
http://www.camera.it/_dati/leg14/lavori/stampati/pdf/14PDL0056070.pdf 

Visitatori

17161

Copyright © 2018 www.davidewebdesigner.altervista.org Rights Reserved.