Back To Top

  • Progetto per la prevenzione contro il bullismo

    Il progetto "Prevenzione del bullismo a scuola con i nostri amici a 4 zampe" e' stato realizzato dall'ASSOCIAZIONE AMICI DEGLI ANIMALI onlus in collaborazione con la cooperativa sociale DIAPASON e la LEGA NAZIONALE DELLA DIFESA DEL CANE sezione Francavilla a Mare, grazie ai Fondi Protocollo Intesa Fondazione bancaria del Volontariato.

  • Sostenieci

    Conto Corrente Bancario Banca UNICREDIT Corso Marruccino Chieti C/C: Associazione "Amici Degli Animali" Onlus Codice IBAN: IT72 M020 0815 5030 00102689057 Casuale: Donazione.

  • Il Nostro Natale

    In molti passano il Natale in una casa riscaldata, in molti passano il Natale con la propria famiglia. Ma non ci chiediamo mai come passano il Natale i nostri amici pelosi? Bhe che dire... i nostri amici passano il natale in un canile, diamogli la possibilità anche a loro di passare un Natale in famiglia, di passarlo in una casa dove c'è amore e calore!

  • No al Maltrattamento

    Ad oggi molti animali vengono maltrattati, denutriti e privi della pulizia nel luogo in cui si trovano. Siamo contrari a tutto ciò. Aiutamoli a stare bene, in fin dei conti a nessuno di noi piacerebbe essere legato e/o privato della propria libertà.

  • Le lunghe passeggiate

    Quanti di noi passano le lunghe giornate a stare in casa attaccati ad un televisore, pc, cellulare? Ma non ci rendiamo conto che ad oggi tutti i social network rovinano i bei momenti. Prendi l'auto, e vieni al canile per passare una giornata costruttiva, divertente. Fai vivere un momento di gioia anche a loro.

 info@canilerifugio.org

 

La domanda più frequente rivolta a coloro che vengono in canile per un'adozione è: perchè?

Nella top ten delle risposte, tra le più gettonate troviamo ho un bel giardino, il bambino vuole un cane, mi darebbe la possibilità di fare conoscenza, o, più semplicemente, mi sento solo.

 

Si fatica a far comprendere che il cane non è un peluche o un oggetto, un arredo da giardino o un'alternativa ad una relazione tra simili.

Adottare un cane, infatti, significa convivere e condividere uno spazio mentale piuttosto che fisico. La nostra relazione con il cane è iniziata circa 15000 anni fa e tutt'ora si apprezza come un evento di eccezionale importanza per l'uomo, certamente trascendente le caratteristiche estetiche o il pedigree, poiché, ancora oggi, il cane è il migliore e più fedele amico.

 

Malgrado ciò non siamo ancora in grado di comprendere il suo mondo, di capire il suo linguaggio e discernere il suo comportamento. Pensiamo, in effetti, che sia lui a doversi adattare a noi e tralasciamo di comprendere, per disattenzione o per scarsa capacità di metterci in discussione,quanto ricca sia invece la sua diversità. Siamo inoltre del tutto incapaci di comprendere il suo sforzo nel cercare di apprendere alcuni aspetti della comunicazione umana: le parole, la mimica facciale e la gestualità non fanno parte del suo repertorio eppure lui si sforza di interpretarli. In alcuni termini, si sforza molto più il cane nel tentativo di comprenderci di quanto noi facciamo con lui, a dispetto della nostra tanto decantata capacità linguistica. Sicchè, volessimo veramente arrivare a comprenderlo, dovremmo necessariamente partire dal riconoscere la ricchezza della sua diversità e valorizzarla come tale.

 

Il cane non è un essere umano, e non potrà mai esserne un sostituto. Egli, invece, è un vero e proprio compagno di vita, diverso dall'uomo, e in ciò risiede la sua ricchezza e la complementarietà all'essere umano. Per conoscerlo davvero, però, bisogna imparare ad ascoltarlo, utilizzando le conoscenze nel tempo sviluppate dall'etologia, la scienza che ne studia i comportamento. Partiremo, allora, verso un viaggio ricco di sorprese, imparando a cogliere segnali prima ignorati e frasi che non udivamo. Ma dovremo aiutarlo con pazienza e coerenza poiché, pur avendo una mente flessibile e un'intelligenza sociale senza pari, è lui a fare lo sforzo maggiore: quello di adeguarsi al nostro mondo.

 

E' questo il senso del nostro CAniLENDARIO 2013: la relazione e la collaborazione tra uomo e animale. Pur di centrare il suo obiettivo, l'animale domestico ci accompagna in tutte le attività quotidiane, condivide con noi l'emozione di un tramonto come i piccoli fastidi delle ultime spese serali: perchè, ciò che gli interessa davvero, è stare con noi. Se impareremo a vederlo per quello che realmente egli è, rinunziando a volerlo controllare ed utilizzare e facendolo esprimere senza condizionamenti, sarà libero di darci quello che noi umani da sempre avremmo dovuto chiedergli: ARRICCHIRE LA NOSTRA VITA.

Visitatori

17161

Copyright © 2018 www.davidewebdesigner.altervista.org Rights Reserved.